Le Marche

Le Marche


banner1

Le Marche

Sicuramente una piacevole sorpresa per chi scende da Nord, dopo la monotona tranquillità della Pianura Padana. Le Marche colpiscono per la varietà delle loro dolci colline, promontori e ampie valli. Città, paesi, villaggi storici ancora autentici: importanti per la loro spontaneità, funzionalità e semplicità che seppure sorgano nella varietà del paesaggio, costituiscono una interessante soluzione urbanistica.

Il Paesaggio

Dall’altra parte degli Appennini le strette Marche, una regione prevalentemente rurale, una terra di pianure e dolci colline con grandi risorse agricole. Sono poche le grandi proprietà agricole, i casolari sono semplici e funzionali: hanno una pianta rettangolare, a volte con una loggia. Sembra che chi le ha costruite fosse principalmente interessato a costruire case “utili”, funzionali.

La Casa

La casa colonica è il cuore del podere. Essa deve essere collocata sulla parte più alta del predio, affinché dalle sue finestre, quasi con un solo sguardo, si possa vedere tutto ciò che accade sulle terre. La casa contadina è contemporaneamente abitazione e luogo di lavoro. Dalle prime medievali “case torre”, si è passati ad abitazioni più civili, composte di più elementi, costruite su linee prevalentemente orizzontali, ma quasi mai sviluppate sul solo piano terra. La casa del contadino (mezzadro)ha, nel corpo centrale, una stalla, una cantina, una attrezzeria o rimessa. Al primo piano, ora con accesso con scala esterna ora con una interna posta tra stalla e cantina, si situano la cucina, le camere da letto e con accesso da esse al granaio.